Homepage

PRESENTAZIONE DEL CAMMINO DI CARLO MAGNO

Antonio Votino e Andrea Grava, gli ideatori del Cammino di Carlo Magno

Il progetto del cammino di Carlo Magno nasce nel mese di aprile del 2018 dall’idea di Antonio Votino e Andrea Grava, due amici con la passione del camminare.

Dopo diverse esperienze su realtà di Cammino nazionali, Antonio e Andrea hanno deciso di idearne uno in Valle Camonica ricostruendo un tracciato leggendario che, dopo un attento studio di ricerca e attraverso l’attivazione di tutta una serie di collaborazioni, ha preso vita con il nome di Cammino di Carlo Magno.

IL CAMMINO

Il Cammino di Carlo Magno si sviluppa lungo tutta la vallata, dal lago ai passi alpini, costituendo un autentico cammino camuno.

L’itinerario parte da Lovere, paese che si affaccia sul Lago d’Iseo,  e  termina a Ponte di Legno, nelle vicinanze del Passo del Tonale. Si sviluppa per circa 100 km ed è diviso in 5 tappe.

Dove timbrare la credenziale del Cammino di Carlo Magno
La Credenziale ufficiale del Cammino di Carlo Magno

Il percorso si snoda per la maggior parte lungo la mezza costa dei rilievi montani. Nonostante sia un itinerario di media difficoltà presenta comunque alcune salite e discese abbastanza impegnative. L’altimetria varia da tappa a tappa, si parte da circa 200 metri slm a Lovere per arrivare a circa 1300 metri slm a Ponte di Legno.

Il senso del Cammino, che ripercorre la leggenda di Carlo Magno, è unidirezionale e ci porta verso le montagne: partendo da Lovere si segue la destra orografica del fiume Oglio fino al centro di Boario Terme, dove attraversando il paese, si passa sulla sinistra orografica, per poi tornare sul versante destro da Edolo fino a Ponte di Legno.

Per stampare la pagina o creare un PDF, vi consigliamo di usare i pulsanti presenti in fondo ad ogni pagina: potrete decidere cosa mantenere/togliere per ottenere un documento che vi sia quanto più utile possibile.

LA LEGGENDA DI CARLO MAGNO

Il Cammino prende il nome da una leggenda del XV secolo che narra il passaggio del sovrano in Valle Camonica. Carlo Magno attraversando tutta la valle, conquista i castelli dei signori locali costringendoli alla conversione. Per celebrare le sue vittorie il sovrano fa costruire numerose chiese, a volte sopra i ruderi dei castelli precedentemente distrutti.

Il viaggio leggendario parte da Pavia, raggiunge Lodi, Bergamo e arriva a Lovere presso il Lago d’Iseo per poi risalire la Valle Camonica. Tra battaglie contro i pagani e fondazioni di nuove chiese passa per Monno dove si narra che, al Passo del Mortirolo, sgominò con violenza le truppe longobarde. Da qui Carlo Magno risale per il Passo del Tonale dove prosegue il suo viaggio in Trentino, diretto infine a Verona.

Print Friendly, PDF & Email